15AH, San Francisco

California, Stati Uniti.

Send Your Mail At:

info@elitesupport.com

Working Hours

Lun-Sab: dalle 09:30 alle 19:00

Centro storico di Triggiano

Historic centre of Triggiano

Il centro storico di Triggiano è circondato da cinque vie (via Carroccio, via delle Mura, via Gioberti, via Tridente, via Garibaldi) che ripercorrono il tracciato delle mura completate nel 1600. Il borgo è attraversato da una strada (via del Ponte) che lo taglia esattamente a metà e da piccoli vicoli. Triggiano deve, probabilmente, il suo nome al colono Trebius, nome gentilizio romano, e alla desinenza -anus, che indica il nome di un possessore di campi: dunque Trebianus. La prima frequentazione di Triggiano gravita intorno alla “villa” di Trebius, chiusa da un recinto fortificato, ma lo sviluppo dell’insediamento avviene agli albori del X secolo, secondo un documento contenuto nel Codice Diplomatico Barese del 983 che cita Triggiano e la sua piccola chiesa rurale (la pieve di S. Martino) localizzata appena fuori dall’antico recinto fortificato. È da questo momento in poi che il borgo comincia ad espandersi per occupare gli spazi ormai disabitati dell’antica villa di Trebius. Nell’angolo sud-est del borgo si colloca una chiesa di epoca medievale che viene completamente tagliata dalla costruzione dell’attuale chiesa di S. Maria Veterana sul finire del Cinquecento. Negli stessi anni il borgo viene circondato da una cortina muraria le cui tracce sono visibili su via Gioberti, ad una quota stradale più bassa rispetto a quella attuale e che evidenzia un netto ampliamento dell’abitato. Nel 1913, a seguito dell’espansione del paese ben oltre il suo centro storico, si decide di rendere più agevole l’ingresso dei fedeli nella chiesa, attraverso il ribaltamento della facciata dal lato est a quello ovest.

The historic centre of Triggiano is surrounded by five streets (Carroccio street, Delle Mura street, Gioberti street, Tridente street, Garibaldi street) that trace the layout of the walls completed in 1600. The village is crossed by a road (Del Ponte street), that cuts the town exactly in the middle, and by small alleys. Triggiano, probably, owes its name to the colonist Trebius, a Roman patrician name, and to the ending -anus, which indicates the name of a field owner: therefore Trebianus. The first frequentation of Triggiano occurred around the “villa” of Trebius, enclosed by a fortified fence, but the development of the settlement took place at the dawn of the 10th century, since a document contained in the Codice Diplomatico Barese of 983, cited Triggiano and his small rural church (St. Martino), located just outside the ancient fortified fence. Starting from this moment, the village began to expand, taking up the uninhabited spaces of the ancient villa of Trebius. In the South-East corner of the village there is a medieval church that was completely cut by the construction of the current church of St. Maria Veterana at the end of the 16th century. In the same years, the village was surrounded by a wall curtain whose traces are still visible in Gioberti street, at a lower road level than the current one, and which shows a clear expansion of the built-up area. In 1913, following the expansion of the town beyond its historic centre, it was decided to make easier the entrance of devotees in the church, overturning its façade from the East to the West side.

Archeoclub d’Italia di Triggiano Nicolò De Filippis 2010. Triggiano la memoria, i luoghi, la tradizione. Ed. Di pagina, Bari.
Battista P. 1983. Triggiano al tramonto del X secolo (sulle origini). Ed. Levante, Bari.
Battista, P. 1996. Triggiano tra il Medioevo e l’età moderna. Mario Adda Ed., Bari.

Tutto ciò che è riportato su questo sito web, documentazione, contenuti, testi, immagini, il lavoro artistico e la grafica, sono di proprietà di PUGLIA MIA e pertanto sono protetti dal diritto d’autore, nonchè dal diritto di proprietà intellettuale. Ne è quindi vietata la copia e la riproduzione non autorizzata dall’autore.